mercoledì 21 ottobre 2009

La vera natura dei rapporti

Sono stanca, gli occhi si chiudono e ho le mani congelate per questo freddo assurdo piombato all'improvviso, ma giuro che stasera troverò un briciolo di forza per uscire con le mie amiche.

Per una serie di situazioni più o meno inverosimili mi sono ritrovata a riflettere molto sull'amicizia in questo periodo e mai come ora la mia opinione a riguardo è stata così ingarbugliata e poco chiara. Non perchè all'improvviso mi ritrovi senza amici, ma è proprio quando accanto hai molta gente che inizi a riflettere sulla natura dei rapporti, sugli sviluppi di questi e a chiederti se davvero stai percorrendo la strada accanto alle persone che contano.



Ci sono amicizie che perdi per strada senza volerlo, altre perchè è giusto che vada così, ci sono poi quelle che ritrovi dopo tanto tempo e altre che scopri improvvisamente diverse e ti chiedi come hai fatto a non accorgertene prima. Ci sono poi quelle amicizie che esistono da sempre, sempre e per sempre: sono quei visi caldi e sorridenti, quegli occhi familiari dove giureresti di perderti e quelle braccia dove ti accoccoleresti volentieri appena possibile. Poche in realtà e non so se sia meglio così. Spesso infatti ci si illude di poer costruire dei rapporti saldi su basi molto fragili e se togli la fiducia, la stima e la collaborazione nella vita di tutti i giorni, resta davvero poco. Ma se gli altri decidono di cambiare e preferiscono nascondersi dietro sorrisi di circostanza e discorsi celati è davvero giusto continuare a preoccuparsi per chi non merita la tua considerazione?

Forse sto solo farneticando o forse non posso essere più vera di così, (nonostante questo sia un blog e per alcuni non merita un'alta considerazione, come del resto la padrona), forse in questo discorso si riconosceranno tutti e nessuno e qualcuno coglierà la palla al balzo per dire la sua (inopportuna). Ho deciso di fregarmene e continuare per la mia strada e se questo significa smettere di inseguire chi non lo merita, probabilmente ne guadagnerò in tempo, fatica e salute.

10 commenti:

vito (grillociarlante),  21 ottobre 2009 22:13  

Ciao, l'amicizia per me è un sentimento molto importante.
A volte si ottengono delle delusioni, e sinceramente ci si soffre tanto, forse sembrerò esagerato, ma, ci soffro davvero.
Quando poi, qualcuno sparisce all'improvviso, e non puoi fare in modo di sapere notizie, la cosa è ancora peggio, perchè hai sempre la paura che possa essere successo un qualcosa di grave, cosa che non potrai mai appurare.
Sai che mi riferisco ad una esperienza personale, risalente a più di un anno fa, che mi ha lasciato davvero l'amaro in bocca.
Ti auguro una buona serata, con amicizia, Vito

Stefania Vacca 22 ottobre 2009 01:33  

"è davvero giusto continuare a preoccuparsi per chi non merita la tua considerazione?" No Anna, mai!Io l'ho imparato a mie spese...

Anna 22 ottobre 2009 09:05  

Tengo a specificare che questo intervento è stato scritto senza pensare molto. Non è destinato a un soggetto in particolare e non è stata scritto per un motivo specifico. Ma c'è dentro tutto, tutte le mie riflessioni di questi ultimi giorni.

@ Vito: Sì, so a cosa ti riferisci, ne abbiamo parlato tanto e sai che mi dispiace, ma ad un certo punto bisogna andare avanti, non è giusto star male per sempre.

Anna 22 ottobre 2009 09:06  

@ Stefania: Sto cercando di cambiare ed essere un pò più cattivella e menefreghista, ma non ci riesco...non è nella mia indole :)

Stefania Vacca 22 ottobre 2009 12:53  

Eh lo so Anna,purtroppo sono come te.Talmente stupida che ancora ogni tanto chiedo al mio ex " come stai?" ricevendo sempre risposte del tipo : non te ne frega niente, lasciami in pace, e...dopo aver dato anima e corpo in 4 anni di storia per lui...certe cose fanno male, per cui d'ora in poi penso che sarò meno per gli altri e più egoista.Almeno ci provo ;)

Francesca 22 ottobre 2009 16:41  

bè...se ti può consolare non ti ho mai reputato una persona inopportuna. Anzi a volte mi meraviglio perchè siamo due ragazze divise dalla lontananza, ma così simili nei pensieri che rimango senza parole. Tu al contrario di me non hai problemi nel scriverlo, mentre io sono più timorosa,nel senso che ho certe vocine nella testa che preferisco farle rimanere nella testa. Strano ma vero, anche io per quanto riguarda l'amicizia sto passando un periodo davvero strano... mi domando quanto ne sia valsa la pena perdere tempo a instaurare rapporti di fiducia, a farsi promesse, a giurare d'invecchiare insieme quando bastano piccole cose, episodi, incontri che si mette tutto in discussione. Bè, mi sento sola, perchè forse è due-tre settimane che passo i sabati sera in casa, perchè le mie esigenze non sono importanti tanto quanto quelle delle mie amiche. Perchè io devo saper aspettare se no sono quella che non capisce... e mi dispiace che dopo 10 anni possa balenare un pensiero simile nella loro testa, perchè mi ritengo una gran conoscitrice dell'animo umano,e cmq disponibile al dialogo. Sembra che tutto sfugga di mano e sono diventata bravissima a fare buon viso a cattivo gioco,perchè l'uomo di per se è un animale sociale che ha bisogno degli altri per sentirsi vivo. In fondo ci credo davvero all'amicizia, è uno dei valori più importanti che ci siano...è che il mondo di per se è egoista, tutti vogliono essere protagonisti e pochi sono disposti a fare le comparse e a volte bisogna sapersi mettere da parte e ingoiare i bocconi amari. Dall'altro sono fiduciosa che per qualcuno posso essere e sono indispensabile... e sono anche contenta che col passare degli anni non abbia mai cambiato bandiera per capricci inutili. :P

Mi dispiace che mi faccia sentire solo adesso... ma con l'università è un gran casino... penultimo semestre di lezioni....è tutto un marasma. mi fa piacere che passi a commentarmi gli interventi, anche se come vedi ultimamente scrivo poco.

Cmq se vuoi un consiglio riprendi a leggere Larsson, non te ne pentirai!!! scappo a lavoro
baci

Francesca

Patrizia 22 ottobre 2009 21:33  

Hai perfettamente ragione!! Una si fa mille problemi per cercare di non ferire nessuno e di comportarsi sempre del bene, ma poi a volte si scopre che gli altri non ci pensano due volte prima di ferirci! Un po' di sano egoismo è alla base di tutti i rapporti. Il problema è farlo proprio!

Anna 23 ottobre 2009 13:23  

@ Stefania: abbiamo parlato molte volte volte di questo argomento e tu sai meglio di me che devi andare avanti come del resto stai facendo e sono fiera di te! Arriverà il momento in cui lui si accorgerà di cosa ha perso!

@ Francesca: rispondo sul tuo blog appena posso :)

@ Patrizia: l'egoismo è una materia che proprio non mi garba, solo che dovrei cominciare a studiarla per non rimanere indietro in classe :)

STRILLO 23 ottobre 2009 22:29  
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP