mercoledì 9 gennaio 2013

The Carrie Diaries: il prequel di Sex and the City in arrivo su CW


Ho scoperto Sex and the City quando frequentavo le scuole medie. Veniva trasmesso in seconda serata, parlarne in pubblico era un tabù, ma raccontare quella particolare scena vista di sfuggita tra uno zapping e l'altro all'amica del cuore, era la cosa più elettrizzante e divertente del mondo. Solo anni più tardi la decisione di guardare tutti gli episodi per intero per la prima volta: le aspettative non solo non mi hanno mai deluso, ma la gioia che ho provato nell'immedesimarmi nelle storie e nei personaggi e la voracità con la quale ho consumato episodio su episodio mi hanno fatto innamorare. Perdutamente, all'istante. Ho riso con le quattro ragazze, ascoltato le conversazioni più scabrose, indossato gli abiti più alla moda; mi sono persa tra le strade di Manhattan, ho gioito per i loro successi, mi sono accoccolata sulla poltrona nell'appartamento di Carrie, ho bevuto Cosmopolitan fino a perdere conoscenza. Ma più di tutto, sarà banale, scontato, inflazionato, ho desiderato essere Lei. Magari nella versione bruna e italiana, ma con la stessa capacità di psicoanalizzarsi e mettere nero su bianco i suoi interminabili monologhi, entrare ogni giorno nella cabina armadio, lasciare scorrere le dita tra quella moltitudine di abiti e non sapere cosa indossare, amare incondizionatamente Manolo, incontrare tanti uomini così interessanti, ma innamorarsi perdutamente solo di uno, il più stronzo e burbero ovviamente, realizzare il sogno di scrivere per una grande testata e avere tre amiche insostituibili con le quali crescere e parlare di tutto, anche di sesso.

"Sai che novità!" - direte voi - "Fatti da parte bella, che di Carrie ce ne sono fin troppe!". Ma mai abbastanza, aggiungo. Perchè ognuna di noi ha un po' di Carrie nell'anima. Ognuna di noi è un po' Carrie: profonda e frivola allo stesso tempo, elettrizzante e commovente, folle e metodica. Confesso solo ora, ma nel frattempo gli anni sono passati, ho visto entrambi i film, ho seguito l'evoluzione dei personaggi, ho sorriso, mi sono divertita e alla fine son rimasta con l'amaro in bocca. Perchè le cose belle che diventato splendide non vanno più toccate, perchè ad un certo punto non ci si può accanire e vanno lasciate andare, altrimenti diventano ripetitive, banali e ahimè noiose. Ed è a questo punto della storia che, come se non bastasse, arriva The Carrie Diaries, la serie televisiva americana che sarà trasmessa dal canale CW a partire dal 14 gennaio, il prequel di Sex and the City basato sull'omonimo romanzo di Candace Bushnell, Il diario di Carrie.


Siamo ancora a New York, ma negli anni '80. Carrie Bradshaw è una liceale che sogna di diventare scrittrice e in seguito alla morte della madre, arriva nella Grande Mela per seguire un seminario di scrittura. Tra un episodio e l'altro ci sarà posto per l'amore, i conflitti, le amicizie, i primi lavori e infine (pare) l'incontro con quella che si rivelerà Samantha Jones. Ora, non sarò una critica televisiva e il mio punto di vista potrà non essere condiviso, la Carrie della nuova serie, interpretata dalla diciannovenne AnnaSophia Robb, sarà sicuramente più frivola e impacciata, ma deve essere necessariamente così, e se c'è un errore che non andava commesso, è stato proprio tornare indietro nel tempo e andare a ripescare il suo personaggio ancora adolescente. Perchè a volersi attenere ai fatti, pare che l'adattamento televisivo è stato affidato a Amy B. Harris, già autrice di Sex and the City e tra i produttori spicca Candace Bushnell, autrice del romanzo.

Somiglierà pure alle sue conterranee Blair Waldorf e Serena Van der Woodsen, ancora non saprà che il suo sogno di scrivere diventerà realtà, non avrà incontrato il suo Mr. Big, ma da qualche parte bisognava pur iniziare. Io credo che lo guarderò, senza pregiudizi, e poi dirò la mia. Per farvi un'idea nel frattempo potreste cominciare con lo sneak peek diffuso dalla CW. A chi grida all'eresia consiglierei invece di astenersi.

2 commenti:

Federica 9 gennaio 2013 21:20  

questi sequel non mi convicono mai dei tutto! staremo a vedere!!!

www.mytouchofclass.net

Mnemosine 1 febbraio 2013 09:08  

non l'ho ancora visto ma mi incuriosisce parecchio! Vedremo...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP