martedì 22 settembre 2009

Sospesa come un palloncino

Non puoi far ordine nella mente se prima non fai ordine sulla tua scrivania.

Se solo riuscissi a rispettare tutto quello che mi sono promessa di fare, sarei la donna più felice al mondo! Ho anche provato a riporre la roba negli armadi, ma sembra quasi non voler entrare; forse chiede pietà ed elemosina ancora qualche giorno fuori non volendo arrendersi all'idea che l'estate è finita.

E nonostante le scadenze, gli impegni e i doveri, oggi mi sento completamente scarica; la ruota non gira, non gira affatto! Poca voglia di far qualsiasi cosa, scarsa, pessima concentrazione, una vera disgrazia con gli esami alle porte e tutti i pensieri più negativi del mondo. Su di me, su di noi, sul mio futuro, su dove sto andando, cosa c...o ho combinato in questi anni e cosa sto ancora facendo. Dovrei smetterla, lo so, resettare il cervello, correre, scattare, ma non ci riesco.

Ecco, oggi mi sento sospesa come un palloncino. Confusa ignoro dove vado e mi lascio trasportare dal vento e dal tempo che corre. Che poi dove andranno a finire i palloncini dei bambini? Questo video oggi mi ha strappato un sorriso proprio come la prima volta che l'ho visto...


7 commenti:

Stefania 23 settembre 2009 00:04  

Anna ti stimo veramente tanto,io fossi in te non so se riuscirei a fare tutte queste cose,a conciliare studio,lavoro,passioni,amicizie,amore,famiglia..
Credo che ormai sia almeno un anno che seguo i tuoi blog e riesci sempre a farmi tornare il sorriso,a darmi la carica per andare avanti,soprattutto in questo periodo,a farmi pensare : "io ce la posso fare!" Perchè sei sempre molto positiva e contagiosa con la tua voglia di vivere.E adesso che fai? Crolli proprio tu?
Forza e coraggio palloncino!Questi momenti ci possono anche stare,ma non te lo concedo per più di due giorni..ehehehe
Scherzi a parte Anna,ce la farai anche questa volta,ne sono certa,e se non dovessi farcela a finire qualcosa...beh...errare umanum est!

Francè 23 settembre 2009 01:27  

Se ti può consolare non sei l'unica e sola...
A volte ti senti proprio cadere il mondo addosso, sei scoraggiato e privo di qualsiasi capacità decisionale perdendoti nei meandri delle tue elucubrazioni mentali.
Ma è giusto così...a volte bisogna scaricarsi completamente per ricaricarsi. Come le pile per la digitale! E io sto facendo lo stesso oggi dopo 3 settimane infernali di studio e una giornata da dimenticare come quella di ieri... Fosse dipeso da me poi! Baaaabè... -.-
Siamo una generazione sbandata ma ce la faremo anche noi. Ne sono certo :) (?!!!!!!?!)

Francesca 23 settembre 2009 11:27  

bè...sembrerà scontato dirlo, ma ti capisco... è così anche per me.Soprattutto per tutto cio che mi sono promessa di fare, per questa università che sembra non avere mai ne una fine ne un barlume di soddisfazione e adrenalina che mi faccia un po' smuovere questa testaccia dai pensieri, che alla fine sono tutto meno che utili! magari il nostro cervello fosse come i computer, resettare per ricominciare tutto da capo e scrivere pagine e pagine di ricordi e parole belle, proprio come le vogliamo noi! sai a cosa pensavo l'altro giorno??? che alla fine a me le sfide piacciono, non accetto il fatto di perdere, però non vorrei mai sfidare me stessa... mi temo... e credo che se fossi veramente consapevole di quanto valgo a quest'ora non starei qui a farmi tutte queste pippe mentali. Alla fine cosa c'è che non va nella nostra vita??? niente... tutto va come deve andare, non ci manca niente, siamo libere di decidere, perchè possiamo farlo, siamo libere di poter fare quello che più ci piace, perchè possiamo farlo. E sai che se smettessimo anche solo per la metà del nostro tempo a fare così, magari saremmo a un buon punto d'arrivo nella nostra vita. Evidentemente siamo così piene d'entusiasmo e così vogliose di vedere soddisfazioni che non ci concentriamo abbastanza per arrivarci per davvero, perchè alla fine ci piace piangerci addosso... Bo,dovremo trovare il modo di smuoverci e basta. e dico così perchè sono troppo incavolata con me stessa e non riesco a reagire... ufff...
Comunque l'esame c'è l'ho martedi prossimo! aiutttooooo... per l'appunto parla di DIGITALE e ANALOGICO... l'interattività continua a regnare ovunque :P Sono letteralmente in altomare, spero di riprendermi velocemente...comunque fino all'ultimo non so se andrò a farlo, scommetto che questa frase me l'avrai sentita ripetere fino allo sfinimento :P Anna cerchiamo di riprenderci, se no qui non passa più!!!
buona giornata
baci
Francesca

L'armadio del delitto 23 settembre 2009 11:59  

E io che mi stavo dicendo: dai, 5 minuti di lettura e poi vado a ordinare un po'! Vabbé, non cerco più ad avere una casa perfetta, ne una vita perfetta, e d'altronde la perfezione raramente si sposa con il bello autentico.
Hem, sto trovando scuse per non andare ad ordinare...
Il video del palone è adorabile!!!

Angelica Scardigno 23 settembre 2009 14:16  

non pensare ,per carità!
me lo ripeto sempre ma tutte le volte mi sento un red balloon :'(

vito (grillociarlante),  24 settembre 2009 09:52  

Ciao, dove vanno a finire i palloncini?
sicuramente li dove c'è bisogno di un sorriso.
Ciao, Buona giornata.
Con amicizia, Vito

Anna 25 settembre 2009 10:45  

Grazie a tutti ragazzi, sul serio! Purtroppo (o per fortuna) il mio umore è decisamente altalenante perchè sono troppo lunatica, non ci posso far nulla. Oggi per esempio sto urlando come una pazza perchè questo tempo mi sta mettendo in crisi!!! Arghhh!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP