giovedì 3 gennaio 2013

Best of 2012, great expectations and small dreams


La casa accogliente e piena di amici fremeva scandendo il tempo. Fuori i primi spari di chi non riusciva a contenere la gioia e si augurava in anticipo un buon anno. Il conto alla rovescia avrebbe annunciato di lì a poco un nuovo inizio e per la prima volta in ventisei anni in quel momento non pensavo a nulla. La nostalgia per l'anno appena trascorso era del tutto inesistente, la mente era sgombra di buoni propositi per il 2013. E' stato terribilmente strano, ma ammetto di essere stata felice di trovarmi in quel bozzolo, che attutiva spari, grida e pensieri, riparata tra i baci e gli abbracci sinceri dei miei amici, magari questo sarà il nostro anno.

Avete però la minima idea di quanto tempo sia un anno? Di quanti minuti, secondi lo scandiscano? Quanta gente attraversi la vostra vita sfrecciando via veloce senza che ve ne accorgiate? Sareste in grado di immaginare quanti cambiamenti avvengono nel vostro corpo, quanti pensieri la vostra mente partorisca? E quanti treni abbiate deciso di perdere o prendere al volo, che chissà in quale posto vi avrebbero condotto? Un anno e ancora qui, sempre uguale eppure non più la stessa. Un anno di esperienze, cambiamenti, lavori, conoscenze, pianti e sorrisi. Di gente che è entrata prepotentemente nella mia vita e di chi purtroppo è andato via, ma non dal cuore. Di amicizie ritrovate e alcune appena nate. Un anno di legami forti e indistruttibili, di grandi speranze e piccoli sogni realizzati, qualche successo e molti fallimenti. Di viaggi a piedi, in aereo e con la mente, di risate a crepapelle e momenti insostituibili.

Un anno appena trascorso, uno nuovo davanti a me pieno di sfide tutte da superare e l'unica cosa che davvero mi auguro è che non manchino mai le opportunità e i treni, quelli da saltarci su senza pensarci due volte, le risposte che ormai non speravate di ricevere e le telefonate a sorpresa ricevute da numeri sconosciuti. Gli incontri che ti cambiano la vita, gli imprevisti che te la salvano e i cambi improvvisi di rotta che ti permettono di scoprire posti sconosciuti. Questo mi auguro, e che scoprire il futuro e vivere pienamente fiduciosi di raggiungerlo al più presto, sia sempre un'immensa gioia.


Che il vostro 2013 possa essere all'altezza dei vostri sogni!


Curiosa di conoscere il vostro anno, ricapitolando il mio, il 2012 mi ha donato: 

  • esperienza, saggezza e consapevolezza 
  • momenti distesi, tanti sorrisi e feste ma anche alcuni momenti di tristezza infinita
  • tempo a sufficienza per sperimentare in cucina 
  • la possibilità di proseguire il mio lavoro come freelance 
  • nuovi social network per collegamermi col mondo (qui e qui )
  • qualche sconfitta, persona disonesta e lavoro precario e non retribuito 
  •  molto più tempo da dedicare alla moda e al lifestyle (qui, qui, qui e qui)     
  • amicizie ritrovate e altre appena nate 
  • piccole, grandi soddisfazioni, come scrivere il mio primo pezzo su un settimanale nazionale e per di più riportando la mia città, Barletta  
  • momenti per pensare, fare bilanci e riflessioni (anche qui)    
  • il giusto stato d'animo per tornare a raccontarmi (qui e qui)  
  • un viaggio all'estero e una fuga a una manciata di chilometri da casa in compagnia di amici folli 
  • qualche progetto importante nella mia città di cui andare fiera
  • un'intervista ufficiale 
  • nuove collaborazioni 
  • una perdita importante 
  • tante soddisfazioni per le persone che amo 
  • e infine uno splendido Natale, un degno festeggiamento, una sorpresa che non mi aspettavo, un regalo che desideravo da un po' e un fine anno da ricordare, con l'amore della vita, gli amici e il cenone a regola d'arte.

8 commenti:

vito M. 4 gennaio 2013 16:08  

Sono lieto del fatto che hai trascorso un felice inizio anno... io idem ho trascorso delle belle festività in compagnia dei miei cari, e super impegnato per la preparazione del presepe vivente che si tiene qui a Polignano in una serie di antiche grotte naturali, creando una atmosfera davvero speciale, sembra quasi di tuffarsi in un'altra epoca. In particolare la natività è ambientata in una grotta che è patrimonio dell'unesco, e sul cui "tetto" di roccia, s'erge un secolare albero d'ulivo che protende una grossa radice fin giù al terreno per alimentarsi. In più sono stato impegnato per pubblicizzare il mio libro, tramite giornali locali, sperando di poter organizzare, prossimamente una vera e propeia presentazione.... Il lato negativo e quello che siamo impacchettati dentro casa, come fossimo un dono di Natale, a causa del rifacimento esterno del prospetto condominiale... di luce solare quasi zero, ma siamo per fortuna al termine. Spero e ti auguro che il nuovo anno, per te prosuegua con la stessa gioia con cui è iniziato, e che qualche tua aspettativa importante divenga relatà.
Buona giornata, con amicizia, Vito

Anna 4 gennaio 2013 16:28  

Sono davvero curiosa di vedere questo presepe vivente che immagino sia bellissimo!
E poi mi auguro che riuscirai a organizzare una presentazione, magari a Bari o perchè no...dalle mie parti! :) Verrei volentieri! Ancora un po' di pazienza per i lavori: apprezzerai quando tutto sarà finito!

Eva 5 gennaio 2013 19:28  

Che auguri VERI e che belle immagini! Confido in puntualità ferroviaria dunque! ;-) Ti seguo!

Ubique Chic

PSICOTAXI 6 gennaio 2013 14:06  

Ma anche il tuo è un super blog :) Grazie di cuore davvero Anna. :)

Anna 7 gennaio 2013 12:01  

Grazie mille Eva! Sulla puntualità ferroviaria non confiderei molto, ma teniamo d'occhio in ogni caso i treni! ;) Ti seguo volentieri anch'io!

Anna 7 gennaio 2013 12:09  

@Psicotaxi: grazie di cuore anche a te e torna a trovarmi quando vuoi! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP