venerdì 4 settembre 2009

Stasera cinema: La custode di mia sorella



Se avessi questa giacca e questa gonna vi assicuro che saprei come abbinarli, ma preferisco evitare spese folli e mettere da parte i soldini per qualche acquisto imminente e qualche viaggio in giro per l'Europa (e se fosse l'America?).

Piuttosto, ho un bisogno impellente di spunti e suggerimenti su cosa indossare al matrimonio di mio cugino. Sono in profonda crisi: la mia mancanza di idee si sposa alla perfezione con il deserto che regna sovrano nei negozi. Non ancora forniti dopo il rientro dalle ferie, stanno preferendo ripartire con prezzi bassissimi sulla merce già a saldo; ieri pomeriggio nel giro di mezz'ora avrò girato almeno una decina di negozi e le commesse mi hanno detto tutte la stessa cosa: "Riprovi dopo il 15". Ma se il matrimonio è il 30??? Parecchio quotata durante i discorsi tra amiche ieri sera, l'opzione "mi presento in slip e calzando le Etnies". Se fosse davvero così semplice...

Detto questo chiudo qui perchè quando faccio certi discorsi stento a sopportarmi anch'io.
Oggi ho respirato per la prima volta dopo quasi tre mesi aria della nuova stagione. Mi aspetta un autunno da capogiro e intanto il doposcuola pomeridiano si farà. Bambini riconfermati 3, new entries 2. Se sono ancora brava in matematica in tutto saremo 6 piccole pesti: io e loro cinque. Vi farò sapere come andrà a finire.



Piuttosto mi premeva annunciarvi che la mia stagione cinematografica può considerarsi aperta da stasera. Inauguro alla grande con questo film che spero non deluda le mie aspettative e quelle delle mie amiche che altrimenti mi spezzerebbero le gambine. Cameron Diaz in una veste tutta nuova e drammatica: passerà a pieni voti la prova?

3 commenti:

Erica 5 settembre 2009 03:09  

ehi anna..ogni tanto un commentino lo lascio ancora, perchè anche se hai cambiato sede ti continuo a seguire ^^
e così ho letto del tuo lavoro, della soddisfazione del vedere prendere forma a ciò che ti è costato fatica..e sai, ti invidio un po'..
avere una passione, la voglia per impegnarsi in quella e la capacità per farlo diventare anche lavoro..bè dev'essere davvero proprio bello, detto con parole banali.
dopo aver letto un tuop post mi sono lanciata anch'io nell'avventura di country story e..inizio a preoccuparmi di esserne un po' tropp dipendente anch'io..hihi
spero che il film sia stato di tuo gradimento:)
baci*

Erica 5 settembre 2009 03:22  

dimenticavo..la nuova grafica è sempre stupenda :)

Anna Tursi 5 settembre 2009 11:21  

Erica io non sono arrivata, non ho ancora raggiunto il mio obbiettivo, sto lottando e lavorandoci su, ma di strada da fare ce n'è. Però sì, mi reputo fortunata, perchè posso fare qualcosa che amo e che spero diventi il lavoro del mio futuro.

Grazie mille per i complimenti alla grafica: sono contenta che ti piaccia, sono abbastanza soddisfatta del risultato.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP