sabato 2 ottobre 2010

Frecciarosa: ottobre e i treni si tingono di rosa

Due sere fa parlando con le mie amiche, scopro per caso che per il mese di ottobre i treni si tingeranno simbolicamente (e non solo) di rosa. Ne ho avuto conferma oggi, mentre ero sul sito di Trenitalia che, in occasione del mese per la prevenzione della salute delle donne, il gruppo delle Ferrovie dello Stato ha realizzato una serie di iniziative dedicate alla clientela femminile mirate alla comunicazione, all'informazione e alla promozione di molti degli aspetti della vita di una donna. Tariffe agevolate, comodità di viaggiare a buon prezzo nei fine settimana e addirittura la gratuità della tariffa sui treni a media e lunga percorrenza per tutto il mese di ottobre, e la possibilità di ricevere su alcuni treni consulenze gratuite, materiali informativi, biglietti omaggio per i musei delle principali città italiane e altri omaggi.

A mio avviso Frecciarosa e la Promo Rosa ad essa legata, sono due iniziative lodevoli (nonostante dietro si celi comunque un'operazione di marketing per attirare più clienti), che vedono la luce in un momento in cui le tematiche della prevenzione, della sicurezza femminile e dei diritti delle donne sono decisamente calde. C'è sempre bisogno di parlare di noi donne, di quanto sappiamo essere splendide e terribilmente forti nei momenti più duri della vita, ma non commettendo l'errore di classificarci come categoria speciale, nè come minoranza e lasciando il femminismo spicciolo a chi crede che basti affermare che la donna è superiore all'uomo per cambiare le cose (e sappiamo che non è affatto così!). Mi auguro quindi che il tutto possa servire ad ampliare il dibattito e non resti solo un semplice pretesto per farsi un viaggio conveniente (di questi tempi poi e con le tariffe dei nostri treni!).
Qui tutte le info: Frecciarosa

2 commenti:

Michela 2 ottobre 2010 18:56  

Secondo me la tua ultima frase è la classica "profezia che si autoavvera". Secondo me queste iniziative non sono utili per le donne (qualcosa del genere negli ospedali/consultori avrebbe avuto più senso), e non mi piace neanche come operazione di mktg, perchè mi sa di fumo negli occhi per nascondere quello che non viene fatto per migliorare il servizio (si vede che sono una pendolare da anni mi sa).
Comunque, ho appena scoperto il tuo blog e tornerò a fare un giro :D

Anna 2 ottobre 2010 21:21  

Ciao Michela, l'ultima frase era proprio una frecciata al pessimo servizio che ci viene offerto ogni giorno sui treni, ma tanto se sei pendolare lo saprai meglio di me...:)

Grazie mille per essere passata, sarei felicissima di averti ancora tra le mie pagine!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP